HOME

IL SEI NAZIONI

RISULTATI 2009

STORIA DEL TORNEO

LE 6 FEDERAZIONI

ALBO D'ORO

ARCHIVIO DEI RISULTATI

CHAMPIONSHIP TROPHY

CALCUTTA CUP

TRIPLE CROWN

GRAND SLAM

WOODEN SPOON-WHITEWASH

LE STATISTICHE

I RECORD

I LEGGENDARI

GLI AZZURRI NEL TORNEO

IL TORNEO FEMMINILE

IL RUGBY

WILLIAM WEBB ELLIS

NASCITA DEL RUGBY

LA CITTA' DI RUGBY

IL PALLONE OVALE

REGOLE DEL RUGBY

I RUOLI IN CAMPO

IL VARSITY MATCH

ALTRE NOBILTA' DEL RUGBY

IL SITO

CHI SIAMO

CREDITS

LINKS

GUESTBOOK

 

LA CITTA' DI RUGBY 

 

RUGBY, DOVE NACQUE IL GIOCO

Rugby è una città commerciale e industriale della contea di Warwickshire, nelle Midlands occidentali, sul fiume Avon. E' situata vicino al confine con il Northamptonshire e il Leicestershire, 21 km a est di Coventry. La popolazione si aggira sui 62.000 abitanti, detti Rugbeians, mentre l'intero distretto (borough) di Rugby ne conta circa 92.000. L'economia della città è prevalentemente industriale, con cementifici e fabbriche di motori. Qui, nel 1937, fu costruito il primo prototipo di motore jet da Frank Whittle e sempre in questa città, dieci anni dopo, fu inventata l'olografia. Rugby, però, è famosa soprattutto per l'invenzione dell'omonimo sport, giocato in tutto il mondo. Leggenda vuole che il gioco sia stato inventato da William Webb Ellis nel 1823, alla Rugby School, non lontana dal centro cittadino. La Rugby School è una delle public school (scuole private, occhio al "trabocchetto" di traduzione...) più antiche e prestigiose d'Inghilterra, fondata nel 1567. Ebbe tra i suoi allievi Neville Chamberlain, Lewis Carroll, Salman Rushdie e Matthew Arnold, il cui padre Thomas fu un leggendario preside della scuola.

CENNI STORICI

Nella zona di Rugby esisteva un insediamento della prima Età del Ferro e poi, poche miglia al di fuori dell'attuale città, un centro romano noto come Tripontium. Rugby in origine era un piccolo agglomerato di fattorie anglosassone e di esso si trova menzione nel Domesday Book del 1086 con il nome di Rocheberie. Nel 1255 Rugby ottenne per statuto la possibilità di tenere una fiera e presto divenne una piccola città intorno al mercato di prodotti agricoli. La Rugby School fu fondata nel 1567 con il denaro lasciato in eredità da Lawrence Sheriff, un droghiere nativo del posto che andò a Londra e guadagnò una fortuna. All'inizio fu conceputa come scuola per i ragazzi del posto, ma con il tempo divenne un costoso istituto privato. Verso la fine dell'Ottocento fu fondata la Lawrence Sheriff School, per portare avanti le originarie intenzioni di Sheriff.
Rugby rimase una sonnolenta città di campagna fino allo svilupparsi delle ferrovie e nel corso del XIX secolo divenne un principale nodo ferroviario sulla linea tra Londra e Birmingham: Charles Dickens vi ambientò il racconto Rugby Junction. La popolazione cittadina quadruplicò tra il 1835 e il 1880, superando i diecimila abitanti. A cavallo tra Ottocento e Novecento, l'industria pesante iniziò a stabilirsi a Rugby e nei primi decenni del X secolo molti operai si trasferirono in città, che negli anni '40 contava oltre quarantamila abitanti. Negli anni del secondo dopoguerra Rugby fu ben servita dalla nuova rete autostradale.

RUGBY OGGI

L'attuale città di Rugby risulta dall'unione della città antica con i preesistenti villaggi di Bilton, Hillmorton, Brownsover e Newbold-on-Avon, che furono incorporati in Rugby nel 1932, quando la città divenne un distretto. Tutti, tranne Brownsover, hanno ancora il loro primitivo centro. Rugby include anche l'area detta New Bilton. L'espansione della città ha raggiunto i paesi di Clifton-upon-Dunsmore, Cawston, Dunchurch e Long Lawford.
Il centro di Rugby è principalmente di età vittoriana e del primo Novecento, ma sono sopravvissuti alcuni edifici più antichi, come la chiesa di Sant'Andrea e la Rugby School, le cui architetture recano la firma di William Butterfield (XIX secolo). Rugby è nota per l'elevatissimo numero di pub e per molti anni è stata nel Guinness dei Primati per avere il secondo più alto numero di pub per miglio quadrato in tutta l'Inghilterra.
L'area di maggior afflusso commerciale è nelle vie intorno alla Torre dell'Orologio, due delle quali - High Street e Sheep Street - sono isola pedonale. Rugby dispone di un centro commerciale al coperto aperto nel 1980 ("The Clock Towers") e diversi parchi, tra cui il maggiore è il Caldecott Park, non lontano dal municipio.

LUOGHI DA VISITARE

  • RUGBY SCHOOL MUSEUM: contiene pannelli multimediali sulla storia della scuola e della città.
  • ART GALLERY & MUSEUM: collezione di arte contemporanea riconosciuta a livello nazionale e reperti romani provenienti dal vicino insediamento di Tripontium.
  • RUGBY FOOTBALL MUSEUM: contiene numerosi cimeli rugbistici, tra cui i vecchi palloni cuciti a mano.
  • ST. ANDREW'S CHURCH: nel centro cittadino, è l'antica chiesa parrocchiale di Rugby. Una chiesa esisteva in luogo fin dal XIII secolo, ma fu ricostruita nel XIX su disegno di William Butterfield e dotata di un campanile alto 55 metri (East Tower). Alcune parti dell'edificio originario furono tuttavia mantenute, come il campanile occidentale (West Tower) alto 22 metri e costruito probabilmente durante il regno di Enrico II (1216-1272) a scopi sia religiosi sia difensivi.
  • ST. MARIE: chiesa cattolica su Dunchurch Road, edificata nel 1872 in antico stile inglese, la sua guglia slanciata è elemento inconfondibile del paesaggio cittadino.
  • LE TRE STATUE: la statua di WILLIAM WEBB ELLIS, fuori della Rugby School, uno dei monumenti più visitati della città; quella del poeta RUPERT BROOKE (1887-1915) originario di Rugby e infine la statua di THOMAS HUGHES, lo scrittore che ambientò a Rugby il suo capolavoro Gli anni di scuola di Tom Brown (1857).
  • DRAYCOTE WATER: riserva naturale

CURIOSITA'

Detto già del primo motore jet e dell'olografia, a Rugby sono nati anche diversi personaggi illustri di ieri e di oggi: il poeta Rupert Brooke, la scrittrice Rose Macaulay, lo scienziato Norman Lockyer (scopritore dell'elio), il cantautore James Morrison e, per quanto riguarda lo sport, l'atleta Katharine Merry ed i judoka Chris e Neil Adams.
Rugby è gemellata con Evreux (Francia) e Russelsheim (Germania). Esistono negli USA due centri che si chiamano Rugby, uno nel North Dakota e l'altro nel Tennessee.